Massaggi e messaggi

Sulla versione del New York Times allegata a Repubblica, oggi c’è un bell’articolo sull’uso efficace e creativo delle parole degli editor di Groupon, inaspettato per un sito che vende buoni-sconto. Certo, se i consumatori hanno il palato fino, il lavoro è più facile. Nel Paese dei Coatti, invece, poetizzare sugli sconti è più duro, come dimostra la homepage di Groupon.it :


Questo inserimento è stato pubblicato in club media. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso.

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>